menu

Utilizzo della fangoterapia

La fangoterapia può avere molte applicazioni con relativi effetti benefici. Ci raccomandiamo di consultare un medico sull’utilizzo della fangoterapia, prima di ogni ciclo. Non affidatevi a questo o altri approfondimenti in rete, è sempre necessario rivolgersi ad un professionista quando si parla di salute.

Messo in chiaro questo aspetto fondamentale, facciamo un elenco di tutte le applicazioni in cui la fangoterapia può intervenire, con indicazioni precise, punto per punto.

Utilizzo fangoterapia

PEDIATRIA: eritema del pannolino (candidosi), igiene intima del neonato, vulvo-vaginite ricorrente dell’infanzia, prevenzione delle infezioni da mare o da piscina, acne (soprattutto la pustolosa), pidocchi del capello, crosta lattea.

ENDOCRINOLOGIA: acne (soprattutto la pustolosa con comedoni), seborrea, iperidrosi, piede diabetico, distrofia uremica e/o diabetica.

GINECOLOGIA: igiene intima quotidiana soprattutto pre e post-mestruale, follicolite del pelo, infezioni da batteri, funghi, tricomonas, parassiti del follicolo del pelo. Deodorazione, micosi mammaria ed ascellare.

ONCOLOGIA: lesioni da raggi terapeutici, ulcere trofiche e da decubito, stomie chirurgiche.

MEDICINA dello SPORT: infezioni da doccia e da scarpa (piede d’atleta), sudorazioni offensive.

ALLERGOLOGIA: Lo zolfo naturale è acaricida (allergia al dermatofagoide, utilizzo per tutta la famiglia).

CHIRURGIA: emorroidi, perineo, varici arti inferiori, loro discheratosi, ulcere trofiche, stomie chirurgiche.

DERMATOLOGIA: molte utilizzazioni sono ancora sconosciute, follicoliti diffuse e della barba (difficoltà a radersi), ipercheratosi, ustioni,verruche piane,eczemi secchi ed umidi, prurito, scabbia e pidocchio, dermatite esfoliativa (forfora con iniziale aumento di questa con l’utilizzo dello shampoo), caduta dei capelli in soggetti con seborrea, azione peeling, psoriasi (soprattutto la localizzata), iperidrosi, ipercheratosi, balanopostite, vitiligine.

MEDICINA ESTETICA: rinforzo dei capelli e delle unghie, effetto giovane sul corpo e sul viso per effetto della presenza dell’enzima sfingomielinasi che trasforma la sfingomielina che cementa le nostre cellule cutanee in ceramici naturali.

Anche la podologia si può avvalere dei fanghiPODOLOGIA: completa eliminazione della sudorazione anche offensiva dei piedi con azione sulle infezioni, ipercheratosi dei piedi.

OMEOPATIA: azione centrifuga dello zolfo biodinamico.

MISCELLANEA: la detersione è tale e naturale che gli indumenti possono essere indossati igienicamente per più giorni.

ODONTOIATRIA: Paradentosi, Piorrea.

DIABETOLOGIA: micosi cutanee, balanopostiti, onicomicosi, paradentosi, piorrea, vaginiti.

L’utilizzo della fangoterapia può insomma portare molti effetti benefici, in diversi campi e per diversi disturbi.

Go to top

Benvenuta su Fanghi e Fangoterapia! Puoi leggere tutte le opinioni di chi ha provato i vari fanghi, di tutte le marche, di tutti i tipi. Lascia anche le tue recensioni, saranno utili a tutte noi!

Close